ORTAGGI

REGOLE PRATICHE PER CONSERVARE AL MEGLIO GLI ORTAGGI

Certo, non siete voi ragazzi a decidere il menù. Però potete aiutare a sistemare la spesa. E c'è un modo per ogni ortaggio per essere conservato al meglio, così da arrivare ad essere cucinato ancora in buono stato. Attenzione: una volta cotte le verdure vanno consumate entro 24 ore e comunque mantenute in frigorifero.

Asparagi Bisogna lavare rapidamente solo le basi, e tagliarle per poter poi sistemare i turioni in un barattolo di vetro, appoggiati su cotone bagnato. Così preparati si possono conservare nella parte più fredda del frigo per una settimana.

Bietole e spinaci Se le foglie sono abbastanza pulite basta verificare che non abbiano parti marce o bagnate; se invece sono sporche, vanno innanzitutto lavate e poi asciugate delicatamente. Fatto questo, le foglie vanno messe in un sacchetto di polietilene bucato, in modo da evitare l'umidità eccessiva, senza schiacciarle: così durano fino a una settimana.

Broccoletti Per conservarli al meglio è necessario avvolgere strettamente l'infiorescenza in una pellicola per alimenti.

Carciofi e finocchi Resistono anche più di venti giorni in frigorifero, purché vengano messi in sacchetti di polietilene forati (o in sacchetti cui vengano effettuati dei buchi).

Carote In un sacchetto, anche nella loro confezione originale, se tenute a temperature molto basse possono conservarsi bene per parecchie settimane.

Cavolfiore Per conservarlo anche una settimana è necessario togliere le foglie e chiuderlo in un sacchetto di polietilene, meglio ancora se avvolto in carta da cucina.

Cavoletti di Bruxelles Tenuti in un sacchetto di polietilene forato alle temperature più basse del frigorifero possono conservarsi anche due settimane.

Cavolo cappuccio e cavolo verza Basta avvolgerli in un film plastico perché si conservino anche settimane.

Cetriolo Tende rapidamente ad appassire e a diventare cuoioso, anche perché sopporta male le temperature più basse. Per conservalo al meglio va avvolto nel film plastico e tenuto nella parte meno fredda del frigo.

Insalate Se conservata in cespi, vanno bene i sacchetti di polietilene forati; se invece se ne lava molta per consumarla in più giorni, il modo migliore per mantenerla fresca è avvolgere le foglie in un telo umido e mettere poi il tutto in un sacchetto di plastica.

Melanzane e peperoni Se conservati a temperature troppo fredde si raggrinzano: meglio tenerli nella parte meno fredda del frigo confezionati in sacchetti di plastica (ben forati per i peperoni).

Pomodori Per conservarli a lungo, bisogna tenerli alla temperatura più idonea secondo lo stadio di maturazione: i pomodori rossi a tra 0 °C e 3 °C, quelli verdi a 12 °C (o a temperatura ambiente), quelli da insalata, rosati, a temperature intermedie.